Il caglio del capretto non poteva essere commercializzato. Un prodotto di eccellenza sardo, dalle caratteristiche uniche e con una tradizione che affonda le radici in un passato lontanissimo, incredibilmente non poteva avere valore sul mercato. Così alcuni giovani di Urzulei nel 2003, organizzarono una tavole rotonda. «Abbiamo provato a tirare una sasso nello stagno -ricorda Fabrizio Vella, uno degli organizzatori della festa- volevamo attirare l’attenzione su un prodotto unico, così abbiamo invitato diversi esperti del settore e abbiamo provato a rilanciare il prodotto, a quell’evento abbiamo legato la festa».

Giunta alla sua 16esima edizione “Sa festa de su càgiu de crabitu e de sa petha de becu” è organizzata dall’Associazione “Su Sociu motorsport Orthullè” con la collaborazione dell’Associazione “Sociu po su giocu de sa murra”, e propone un pranzo e una cena a base di caglio di capretto e carne di caprone, ma non solo. Tante altre specialità locali inclusi diversi tipi di formaggio e di pane tradizionale, che si potranno gustare nella suggestiva cornice di Mannorri, un villaggio abbandonato che risale al ‘700 circondato da un alone di mistero e leggenda.

«Il nostro obiettivo – conclude Vella- è quello di promuovere e valorizzare un territorio ricchissimo di storia e tradizione oltre che un posto in cui si mangiano prodotti di altissima qualità. Quest’anno abbiamo anche una novità, una originalissima maglietta con una scritta tutta particolare, di cui però non anticipiamo nulla». Mannorri si trova al chilometro 4 sulla strada che porta da Urzulei a Lotzorai. La bellezza della natura circostante e il patrimonio storico e archeologico della zona suggeriscono di non limitarsi a una passeggiata di un giorno, l’ideale sarebbe trattenersi l’intero fine settimana per visitare anche l’incantevole Urzulei.

L’articolo Domani a Urzulei la festa del caglio del capretto, le eccellenze sarde in un luogo incantato proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Anche quest’anno, come nella prima fortunata edizione, la splendida baia di Cea farà da cornice alla serata conclusiva del Concorso Letterario Faraglioni d’Ogliastra, organizzata dalla Casa di produzione letteraria Ars Artium Editrice, in collaborazione con l’Associazione Culturale Forma e Materia.

La manifestazione che nel 2018 ha premiato “Il Viaggio di Elàu” di Barbara Figus, “In Punta di Penna” di Nino Melis” e “Il Convento Cappuccino di Tortolì” di Angela Cannas, quest’anno porta in finale sette nuovissime opere di altrettanti autori: Maena Delrio con “Il Male Minore”, Mariano Caredda con “Solitudo”, Claudia Depau con “In un’Isola lontana”, Patrizia Serra con “L’Attesa”, Dino Sodde con “Nel Segno del Destino”, Patrizia Verdicchio con “Storie di Niente e altri Misteri” e Federic Todde con la ricerca storica sulla Guerra di Spagna “Nella Guerra Civile di Spagna cento e più ogliastrini”.

La giuria, composta da varie componenti del mondo della cultura e dell’informazione, quali Piero Coccollone, Piero Carta, Michela Girardi, Nino Melis e Chiarina Mulas, ha lavorato alacremente per decretare le opere più meritevoli, selezionando gli scritti per pregio letterario, originalità e fattibilità editoriale, e giungendo infine alla designazione dei vincitori.

Il patron della manifestazione, il dottor Rocco Meloni, rappresentante legale della casa Editrice Ars Artium: “Anche quest’anno, una piccola manifestazione come il nostro concorso letterario, pensato e creato per dare voce agli autori ogliastrini, in special modo se agli esordi, ha dimostrato che esiste un pregevole sommerso letterario, composto da amanti della scrittura, capaci di presentarsi al pubblico con opere di assoluta valenza artistica, anche attraverso stili e generi particolari e ricercati. Auspichiamo per loro lo stesso successo che hanno riscosso i loro predecessori”.

L’invito è aperto a tutti gli estimatori della letteratura che hanno voglia di respirare questa ventata di novità editoriale; l’appuntamento è per sabato 31 agosto 2019, presso il Resort Baia Cea (a pochi passi dalla spiaggia di Cea), a partire dalle ore 19.00. Per info chiamare lo 0782 623088 o scrivere a info@arsartiumeditrice.it.

 

L’articolo Concorso letterario Faraglioni d’Ogliastra: domani le premiazioni al Resort Baia Cea proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

Michela Girardi

Proseguono gli appuntamenti con il NurArcheoFestival.

Domani sabato 31 agosto a Loceri non nell’area di Su Nuraxi come annunciato, bensì presso il parco Taccu, causa maltempo, andrà in scena, alle 19, DEINAS, di Clara Murtas, con Rita Atzeri, Manuela Ragusa, Gisella Vacca, Daniela Vitellaro, Marta Gessa, la danzatrice Giulia Cannas, il musicista Mario Massa (produzione Il crogiuolo).

Una sintesi dei miti della Dea madre, dei miti classici greci e degli elementi loro espressione all’interno della cultura popolare sarda. Con il nome di Deinas la tradizione popolare dei paesi della Barbagia indica le indovine, alle quali attribuisce relazioni con il mondo occulto e quindi divino. E tra le isole mediterranee, la Sardegna, terra del mito della Grande Madre, è forse quella che ha conservato nel presente le tracce più profonde del sentimento di venerazione per il divino femminile. Le attrici si fanno narratrici e interpreti delle manifestazioni del femminile nella cultura mediterranea: si incontrano, si scontrano, utilizzando i testi dei miti della creazione, da quelli più antichi a sfondo materno a quelli olimpici e, ancora, ai miti archetipici della drammaturgia greca. Con toni a tratti ironici o tragici, spaziando dai classici greci alle tradizioni popolari sarde, raccontano le radici e i frutti di una cultura che dal dominio della Dea Madre passò a quello degli Dei dell’Olimpo in Grecia e al Sardus Pater in Sardegna.

L’articolo NurArcheoFestival, proseguono gli appuntamenti: domani in scena a Loceri “Deinas” proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Annullato l’evento organizzato da Is Fedalis 1969 di Gairo e Cardedu per il 29 agosto.

L’escursione sotto le stelle – che sarebbe stata una bellissima occasione di unione con la natura sotto la volta celeste – salta, causa maltempo.

L’articolo Gairo e Cardedu, annullata a causa del maltempo l’escursione sotto le stelle di domani proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

La Polisportiva Baunese organizza a Santa Maria la Quarta Sagra del Maialetto.

“Agosto si chiude in bellezza con la sagra del maialetto” si legge scritto sul profilo social del Comune.

Appuntamento con gusto e tradizione sabato 31 agosto, Piazza Principessa di Navarra.

L’inizio è previsto per le 19 e 30.

La serata sarà allietata da balli sardi e balli di gruppo.

L’articolo Santa Maria, inizia il countdown: manca poco alla 4 Sagra del maialetto proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Venerdì 30 Agosto 2019 dalle ore 18.00, presso il Centro Civico in Piazza Repubblica a Bari Sardo, si terrà un incontro formativo dedicato alle “Corrette tecniche di vinificazione nelle piccole cantine familiari”.
L’iniziativa, promossa dall’Agenzia Laore con il supporto dell’Amministrazione Comunale, è rivolta prioritariamente ai viticoltori conferitori delle cantine cooperative, delle cantine private e relativi dipendenti, agli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP), ai dipendenti di aziende agricole, ai coadiuvanti, ai contoterzisti ed ai giovani che intendono intraprendere l’attività in viticoltura.

Informazioni e modalità di adesione potranno essere richiesti contattando i recapiti presenti nella locandina dell’incontro.

(Informazioni: Comune di Bari Sardo)

L’articolo Bari Sardo, presto l’incontro formativo “Corrette tecniche di vinificazione nelle piccole cantine familiari” proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Stasera alle 21.30 la presentazione dell’ultimo libro di Giacomo Mameli.

I dettagli nella locandina:

 

L’articolo “La chiave dello zucchero”: stasera la presentazione del libro di Giacomo Mameli al Salto di Quirra proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Il folto calendario estivo dell’Associazione Culturale Palazzo d’Inverno, si arricchisce ulteriormente questo fine settimana, con la presentazione al pubblico isolano di una nuovissima produzione che vede protagonista, per la prima volta in Sardegna, Wilfredo Morales, in arte “Willie de Cuba” con il progetto “Melodía y Corazón”.

Ad Arbatax due imperdibili date il 31 Agosto allo Star 1 di Arbatax a partire dalle ore 22.00 e il primo settembre, sempre allo Star 1 di Arbatax con inizio alle ore 21.00. Il live “Melodía y Corazón ” è un “concept” musicale dall’architettura sempre in evoluzione, in cui repertorio e formazione sono sempre work in progress a seconda delle finalità ed emergenze che si manifestano congruamente al contesto di rappresentazione.

Sicuramente simboleggia una tappa profondamente rilevante del lavoro artistico di Willie De Cuba, dove confluiscono ricerca musicale, raffinatezza stilistica, straordinaria capacità professionale unitamente ai messaggi cosmopoliti sprigionati da testi e sonorità, che lambiscono tutte le sfumature di un armonioso vivere su questo pianeta. Un concerto quindi da ascoltare soprattutto col cuore, dettato dall’impareggiabile sensibilità, attenzione, delicatezza ed impegno sociale che da sempre contraddistingue il percorso umano e creativo di Willie De Cuba.

Un personaggio che ama stare sul palco ma anche dialogare, confrontarsi con il pubblico, accorciare ogni distanza con gli interlocutori: a rafforzare tale inclinazione, il primo settembre allo Star 1 di Arbatax, l’artista amplierà la sua performance musicale con un incontro diretto con gli spettatori, attraverso un avvincente racconto della sua vita artistica. In particolare, con incisive e vigorose pennellate, disegnerà un cangiante affresco del suo rapporto con i grandi maestri del Son cubano e di come questo ritmo smagliante, cristallino, espressivo e vitale l’abbia profondamente rapito e ispirato, tra la vasta gamma di sonorità caraibiche.

Una preziosa opportunità per comprendere il “dietro le quinte” di un lavoro fatto di talento e professionalità, ma anche di profonde e sorprendenti attitudini, storie vissute, vicende che intrecciano realizzazione professionale e relazioni umane, per un successo finale che esprime a tutto tondo l’eccellenza d’autore di Willie De Cuba.

L’articolo Arbatax, due imperdibili appuntamenti con Willie de Cuba e il suo concept musicale proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Il parco Seleni di Lanusei sarà il teatro della nuova tappa del NurArcheoFestival, la rassegna organizzata dal Crogiuolo nei siti archeologici, giunta alla undicesima edizione.

Lunedì 26 agosto 2019 alle 19, nello spazio antistante la tomba dei giganti Seleni II, si terrà il concerto della violinista Adele Madau, sarda d’origine ma spagnola d’adozione, che propone il concerto “The Soul Objects solo concert”.

Prima del concerto, vi invitiamo a una visita del parco archeologico con le nostre esperte e appassionate guide: raduno dalle 17,30 presso la biglietteria, la visita comincia alle 18.
ATTENZIONE! In caso di pioggia lo spettacolo si terrà nella struttura adiacente la biglietteria.

THE SOUL OF OBJECTS SOLO CONCERT
di e con
ADELE MADAU
violino elettrico, loop station, oggetti amplificati
La compositrice e violinista cagliaritana esplora le possibilitá sonore di vari oggetti
quotidiani amplificandoli e rielaborandone il suono.
Ogni oggetto ha una storia e un suono che evoca .
Dall’ imaginario sonoro che scaturisce dall’anima degli oggetti e dalla loro interazione
con il violino,si sviluppano composizioni originali che spaziano dal rock alla musica
minimale, dal flamenco alla samba e alla musica contemporanea.
Si alternano parti strutturate ad ampie parti improvvisate dove il suono degli oggetti e
le melodie del violino intrecciano curiosi contrappunti.

Il concerto é stato presentato con successo nel corso del 2017 al CLUB CRONOPIUS
di Barcellona (Spagna), al THEOLONIUS jazz club di Santiago del Cile,
al TEATRO DI TERRA di Velletri, al GALERA TEATRO di San Salvador (El Salvador),
ai festival PRIMO MAGGIO IN GALLURA, CUNCAMBIAS di San Sperate e
APPETTITOSAMENTE di Siddi (Sardegna).

L’articolo Lanusei, Adele Madau in concerto al Bosco Seleni proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

 

NURARCHEOFESTIVAL Intrecci nei teatri di pietra XI edizione
25 agosto – 13 settembre 2019

Proseguono gli Intrecci nei teatri di pietra della XI edizione del NURARCHEOFESTIVAL. La rassegna organizzata dal Crogiuolo, che sposa teatro e siti archeologici di grande fascino, accoglie domani, martedì 27 agosto, la prima delle importanti ospitalità nazionali in cartellone: al Nuraghe S’ortali e su monti di Tortolì approda, alle 20, VERGINE MADRE, di e con Lucilla Giagnoni, attrice di grande talento, formatasi alla Bottega di Vittorio Gassman a Firenze, sua città natale, dove ha incontrato e lavorato con altre personalità eccellenti come Jeanne Moreau, e che ha collaborato per diversi anni con il Teatro Settimo diretto da Gabriele Vacis.

E’ un tempo in cui “si scrostano ad una ad una le certezze: lavoro, futuro, democrazia. Gente che diventa sempre più ricca. Poveri, tanti poveri. Ignoranza”, scrive Lucilla Giagnoni. “C’è la guerra, lo scannamento, il terrore e poi l’angoscia sottile e quotidiana. Si uccidono i bambini. Qualcuno  ricorda che in fondo la fine del mondo c’è già stata, per qualcuno invece sono i segni di un’apocalisse prossima ventura. Forse non resta che pregare”. E’ una sorta di premessa allo spettacolo, che si avvale della collaborazione ai testi di Marta Pastorino e delle musiche originali di Paolo Pizzimenti (produzione Fondazione TPE).
“Vergine Madre”, sei canti della Divina Commedia, probabilmente i più noti. Sei tappe di un pellegrinaggio nel mezzo del cammin di nostra vita: Il viaggio (il primo canto dell’Inferno), La Donna (Francesca, il V), l’Uomo (Ulisse, il XXVI), il Padre (Ugolino, il XXXIII), la Bambina (Piccarda, il III del Paradiso), la Madre (Vergine madre, il XXXIII del Paradiso). E’ la Commedia Umana di  Dante. “Ma sono anche parole incantatorie, quelle della Divina Commedia, parole taumaturgiche, rituali. Eternamente ripetute come le preghiere”, dice ancora Giagnoni. “Dalla lettura dei canti scaturiscono storie. Il lato oscuro di Ulisse, l’aspetto meraviglioso e terribile del padre, la santità dei bambini, la lussuria di tutte le donne, la grandezza della madre… Un percorso ricco, sorprendente e, soprattutto, confortante. Come la preghiera. La poesia e l’arte sono una tregua per gli affanni degli uomini”. A cantare e raccontare queste storie è una donna. “Perché più spesso sono le donne a pronunciare, senza mediazioni, il desiderio di pace… E perché sicuramente l’anima ha una voce femminile”.

Alle 18.30 è in programma la visita guidata al nuraghe a cura delle coop. Irei.

 

L’articolo Nurarcheofestival, domani Lucilla Giagnoni a Tortolì, nel complesso di S’Ortali e su Monti proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

Michela Girardi

Locanda degli artisti



Seguici su Facebook

Copyright 2019 Locanda degli Artisti| Amll Rights Reserved | codice iun E8205 | Powered by Apioraggio | Condizioni di prenotazione