Il parco Seleni di Lanusei sarà il teatro della nuova tappa del NurArcheoFestival, la rassegna organizzata dal Crogiuolo nei siti archeologici, giunta alla undicesima edizione.

Lunedì 26 agosto 2019 alle 19, nello spazio antistante la tomba dei giganti Seleni II, si terrà il concerto della violinista Adele Madau, sarda d’origine ma spagnola d’adozione, che propone il concerto “The Soul Objects solo concert”.

Prima del concerto, vi invitiamo a una visita del parco archeologico con le nostre esperte e appassionate guide: raduno dalle 17,30 presso la biglietteria, la visita comincia alle 18.
ATTENZIONE! In caso di pioggia lo spettacolo si terrà nella struttura adiacente la biglietteria.

THE SOUL OF OBJECTS SOLO CONCERT
di e con
ADELE MADAU
violino elettrico, loop station, oggetti amplificati
La compositrice e violinista cagliaritana esplora le possibilitá sonore di vari oggetti
quotidiani amplificandoli e rielaborandone il suono.
Ogni oggetto ha una storia e un suono che evoca .
Dall’ imaginario sonoro che scaturisce dall’anima degli oggetti e dalla loro interazione
con il violino,si sviluppano composizioni originali che spaziano dal rock alla musica
minimale, dal flamenco alla samba e alla musica contemporanea.
Si alternano parti strutturate ad ampie parti improvvisate dove il suono degli oggetti e
le melodie del violino intrecciano curiosi contrappunti.

Il concerto é stato presentato con successo nel corso del 2017 al CLUB CRONOPIUS
di Barcellona (Spagna), al THEOLONIUS jazz club di Santiago del Cile,
al TEATRO DI TERRA di Velletri, al GALERA TEATRO di San Salvador (El Salvador),
ai festival PRIMO MAGGIO IN GALLURA, CUNCAMBIAS di San Sperate e
APPETTITOSAMENTE di Siddi (Sardegna).

L’articolo Lanusei, Adele Madau in concerto al Bosco Seleni proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

 

NURARCHEOFESTIVAL Intrecci nei teatri di pietra XI edizione
25 agosto – 13 settembre 2019

Proseguono gli Intrecci nei teatri di pietra della XI edizione del NURARCHEOFESTIVAL. La rassegna organizzata dal Crogiuolo, che sposa teatro e siti archeologici di grande fascino, accoglie domani, martedì 27 agosto, la prima delle importanti ospitalità nazionali in cartellone: al Nuraghe S’ortali e su monti di Tortolì approda, alle 20, VERGINE MADRE, di e con Lucilla Giagnoni, attrice di grande talento, formatasi alla Bottega di Vittorio Gassman a Firenze, sua città natale, dove ha incontrato e lavorato con altre personalità eccellenti come Jeanne Moreau, e che ha collaborato per diversi anni con il Teatro Settimo diretto da Gabriele Vacis.

E’ un tempo in cui “si scrostano ad una ad una le certezze: lavoro, futuro, democrazia. Gente che diventa sempre più ricca. Poveri, tanti poveri. Ignoranza”, scrive Lucilla Giagnoni. “C’è la guerra, lo scannamento, il terrore e poi l’angoscia sottile e quotidiana. Si uccidono i bambini. Qualcuno  ricorda che in fondo la fine del mondo c’è già stata, per qualcuno invece sono i segni di un’apocalisse prossima ventura. Forse non resta che pregare”. E’ una sorta di premessa allo spettacolo, che si avvale della collaborazione ai testi di Marta Pastorino e delle musiche originali di Paolo Pizzimenti (produzione Fondazione TPE).
“Vergine Madre”, sei canti della Divina Commedia, probabilmente i più noti. Sei tappe di un pellegrinaggio nel mezzo del cammin di nostra vita: Il viaggio (il primo canto dell’Inferno), La Donna (Francesca, il V), l’Uomo (Ulisse, il XXVI), il Padre (Ugolino, il XXXIII), la Bambina (Piccarda, il III del Paradiso), la Madre (Vergine madre, il XXXIII del Paradiso). E’ la Commedia Umana di  Dante. “Ma sono anche parole incantatorie, quelle della Divina Commedia, parole taumaturgiche, rituali. Eternamente ripetute come le preghiere”, dice ancora Giagnoni. “Dalla lettura dei canti scaturiscono storie. Il lato oscuro di Ulisse, l’aspetto meraviglioso e terribile del padre, la santità dei bambini, la lussuria di tutte le donne, la grandezza della madre… Un percorso ricco, sorprendente e, soprattutto, confortante. Come la preghiera. La poesia e l’arte sono una tregua per gli affanni degli uomini”. A cantare e raccontare queste storie è una donna. “Perché più spesso sono le donne a pronunciare, senza mediazioni, il desiderio di pace… E perché sicuramente l’anima ha una voce femminile”.

Alle 18.30 è in programma la visita guidata al nuraghe a cura delle coop. Irei.

 

L’articolo Nurarcheofestival, domani Lucilla Giagnoni a Tortolì, nel complesso di S’Ortali e su Monti proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

Michela Girardi

Domani, lunedì 26 agosto dalle ore 10:00, nei pressi dello stabile del Consorzio di Bonifica dell’Ogliastra, fronte Scuole Agrarie, si terrà una manifestazione di protesta finalizzata a sbloccare la situazione di stallo che riguarda la realizzazione della condotta irrigua che rischia di far perdere al territorio i finanziamenti concessi per la realizzazione dell’opera.

Tutta la popolazione, tutte le categorie di settore e il mondo dell’associazionismo sono invitati a partecipare per dare un segnale forte alla Regione Sardegna ed evitare che anche questa importante occasione vada perduta.

L’articolo Sblocco della realizzazione della condotta irrigua in Ogliastra, domani manifestazione proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Talana si prepara a festeggiare la patrona.

Tutti i dettagli nella locandina:

 

L’articolo Talana si prepara a festeggiare Santa Martha Manna proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Terzo memorial Gianni Serra il 24 agosto a Tortolì.

I dettagli nella locandina:

 

 

L’articolo Musica, moda e solidarietà per il III Memorial Gianni Serra. Domani a Tortolì proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Una passeggiata velica di solidarietà. Si può riassumere così “Fare vela per andare a scuola”, l’evento organizzato da Rotary Club Ogliastra in collaborazione con il Circolo Nautico Arbatax.

Come riportato dalla pagina Fb del Comune di Tortolì, durante la mattina del 25 agosto 2019 i partecipanti potranno salire sulle barche a vela messe a disposizione da vari volontari o partecipare con la propria imbarcazione e far parte dunque della passeggiata in mare. Il ritrovo è previsto alle ore 10:00 al Circolo Nautico di Arbatax presso il porto di Arbatax. Il giro avrà come protagonista la costa della frazione di Tortolì e vedrà paesaggi meravigliosi quali l’isolotto d’Ogliastra, gli scogli rossi, capo Bellavista e Torre San Gemiliano tra gli altri.

L’evento prevede una raccolta fondi per i bambini del villaggio di Momé Katihoé (Togo) e del villaggio di Djegbe à Abomey (Benin), due destinazioni care al Rotary Club Ogliastra che in passato ha aiutato attivamente la zona contribuendo al miglioramento della salute delle mamme durante i parti e con la donazione di una ambulanza. Con un piccolo contributo i partecipanti potranno aiutare i bambini con le iscrizioni scolastiche per 1 anno. La giornata si chiude con un buffet. Tutte le informazioni sulla pagina del Rotary Club Ogliastra

L’articolo “Fare vela per andare a scuola”. A Tortolì una passeggiata velica di solidarietà proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

“Anche quest’anno, abbiamo il piacere di invitarVi nei siti di S’Arcu ‘es Forros e Sa Carcaredda a Villagrande Strisaili,  Scerì a Ilbono e S’Ortali e su Monti a Tortolì in occasione degli appuntamenti in programma per la XI edizione del Nurarcheofestival, organizzato da Il crogiuolo, compagnia teatrale fondata da Mario Faticoni e diretta da Rita Atzeri, con il sostegno dell’Assessorato del Turismo della Regione Autonoma della Sardegna, finanziato dai Comuni aderenti” si legge scritto in un comunicato della cooperativa IREI.

“In abbinamento agli spettacoli, la società IREI propone la visita guidata ai siti un’ora e mezza prima dell’inizio della rappresentazione.

Ingresso: 3 euro

Per informazioni: 393 9020917 | www.irei.it | Pagina FB: https://www.facebook.com/ArcheologiaOgliastra/

Come arrivare: http://goo.gl/maps/sjU52”.

 

Programma:

Martedì 27 agosto, ore 20

Tortolì, S’Ortali e su Monti, nuraghe

Vergine madre

Un progetto di Lucilla Giagnoni. Con Lucilla Giagnoni. Collaborazione ai testi Marta Pastorino. Musiche originali Paolo Pizzimenti. Produzione Fondazione TPE

Visita guidata a cura delle coop Irei ore 18.30

 

Mercoledì 28 agosto, ore 19

Villagrande Strisaili, S’Arcu es Forros, santuario nuragico

Incontro con l’autore Archeologia tra scienza e letteratura

Paolo Littarru, “Il contadino che indicava la luna”
Mauro Zedda, “Dialoghi di archeologia nuragica”
Antonio Piredda, “Il silenzio dei giganti”

Visita guidata, con accompagnamento musicale di Chiara Coccoda, ore 17.30 a cura della coop Irei

 

Sabato 31 agosto, ore 20

Villagrande Strisaili, Sa Carcaredda, tomba dei giganti

Iqbal

con Monica Porcedda e Daniele Pettinau. Regia Monica Porcedda produzione La Cernita.

Ore 18.00 visita guidata a cura della coop. irei

 

Mercoledì 4 settembreore 20

Villagrande Strisaili, S’Arcu es Forros, santuario nuragico

Ah!Ah!

Di e con Matteo Belli

Ore 18.30 visita guidata a cura della coop. irei

 

Venerdì 6 settembre, ore 19

Ilbono, Scerì, domus de janas

La capretta di Maria

Ideazione e regia Rita Atzeri con Marta Gessa, Antonio Luciano, Daniela Vitellaro e La danzatrice Giulia Cannas. Produzione Il crogiuolo

Ore 17.30 visita guidata a cura della cooperativa Irei

 

Venerdì 13 settembre, ore 19

Ilbono, Scerì, domus de janas

Su Connottu

Da Ruju, Masala, Mazzoni. con Rita Atzeri, Maria Grazia Bodio, Isella Orchis, Gisella Vacca. produzione Il crogiuolo

Ore 17.00 visita guidata a cura della cooperativa Irei

 

“In questa occasione ricordiamo che i siti di S’Arcu ‘es Forros, Scerì e S’Ortali ‘e su Monti i servizi di accompagnamento,” prosegue il comunicato “visite guidate e laboratori didattici sono attivi tutto l’anno nei seguenti orari:

Orari di apertura (chiuso il lunedì salvo prenotazione anticipata)

Apr. – Mag.:9.00-12.00 / 16.00-19.00 | Giu. – Sett.:9.00-12.30 / 16.00-20.00

Ott. e Mar.:9.00-12.00 / 15.00-18.00 | Nov. – Feb.:9.30-13.00 / 14.00-16.30

Nella stagione invernale il sito di S’Arcu ‘es Forros potrebbe restare chiuso e il servizio garantito su prenotazione. Il sito di Sa Carcaredda – Villagrande Strisaili è aperto su prenotazione”.

L’articolo NURARCHEOFESTIVAL 2019, “Intrecci nei Teatri di pietra”: si parte! Appuntamenti a Villagrande, Ilbono e Tortolì proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

L’Associazione Baynos e l’Associazione Pro Loco Annibale Simonini organizzano la VIII edizione di AstroMusicando.

La volta celeste sarà spiegata dai volontari dell’Ass.ne Ogliastrina di Astronomia Ferdinando Caliumi.

Le musiche del Coro Santanna e del Coro Montesantu faranno da contorno.

Appuntamento giovedì 22 agosto alle ore 21 e 30 nell’altopiano di Golgo (fronte chiesa di San Pietro).

L’Ass.ne Baynos e l’Ass.ne Proloco Annibale Simonini vi danno appuntamento all’VIII edizione di AstroMusicando. Potrete godervi la spiegazione della volta celeste, curata dai volontari dell’Ass.ne Ogliastrina di Astronomia Ferdinando Caliumi, con la colonna sonora del Coro Santanna e del Coro Montesantu. Vi aspettiamo giovedì 22 agosto alle ore 21.30 nell’altopiano di Golgo (fronte chiesa di San Pietro).#Astromusicando

Gepostet von Gianpriamo Incollu am Dienstag, 20. August 2019

L’articolo AstroMusicando: presto a Golgo (Baunei) tutti con il naso all’insù, a guardare la volta celeste proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

La Pastorale del Turismo riserva agli spettatori una serata davvero ricca di temi, riflessioni, ospiti ed emozioni, il tutto accompagnato dalla creatività geniale di personaggi di spicco del panorama artistico nazionale.

In programma. A partire dalle 21.00, protagonisti dei sapori locali, nello spazio “Prima l’accoglienza”, saranno i prodotti tipici della comunità di Escalaplano.

Per il fotoracconto, a cura di Salvatore Ligios, Chiara Piras,presenta: “Bluehouse”: Arzana, 2009. Inizia qui il racconto di Opera, una realtà edilizia nata grazie alla passione di Marco Bittuleri, geometra, in una delle quattro zone blu del mondo, che vanta longevità e benessere per i propri abitanti: l’Ogliastra. Opera si basa sui principi della bioedilizia e si ispira alla famosa scuola di architettura del Bauhaus. Dall’idea al progetto, fino alla costruzione e la ristrutturazione di edifici ed abitazioni. Opera fa entrare in sintonia architettura e ambiente.

La serata, dal titolo “Tu chiamale, se vuoi, emozioni”, entrerà nel suo clou quando a calcare il palco dell’Anfiteatro Caritas di Tortolì sarà il maestro Giulio Rapetti, in arte Mogol, a raccontare e raccontarsi, a tratteggiare la vena artistica e la creatività, appunto, che gli ha consentito di mettere nero su bianco oltre 2000 testi per i più grandi esponenti della scena musicale italiana dagli anni ’60 a oggi.

Non sarà solo: insieme con lui la Sardinia Rock Band.

A dialogare con lui un critico e grande conoscitore del panorama musicale sardo e non solo, il giornalistaGiacomo Serreli, volto noto di Videolina, che ha curato vari programmi di musica per emittenti radiofoniche e televisive regionale, pubblicando diversi saggi e volumi.

La rassegna. Negli otto giorni di eventi ospitati all’aperto, nell’Anfiteatro Caritas di Tortolì, saranno ben 18i protagonisti: tra di loro personaggi noti al grande pubblico, fra radio, televisione e teatro, altri che si sono distinti per il loro operato e la loro professionalità, per la loro arte e la loro fede, per la capacità di trasmettere messaggi e contenuti positivi, perché non si sono arresi davanti alle difficoltà, al disagio, alla malattia. Testimonianze autentiche del valore della vita, degna di essere sempre vissuta, accolta, rispettata, amata.

Nelle serate della kermesse diocesana, sarà inoltre possibile assaggiare le prelibatezze dei paesi ogliastrini e conoscerne la storia, visitare le mostre fotografiche allestite, assistere alle video proiezioni curate da Salvatore Ligios, in apertura di ogni serata.

 

 

Mogol

Giulio Rapetti, in arte Mogol, nasce il 17 agosto 1936 a Milano. Quando si parla della cosiddetta professione di “paroliere” si pensa subito, quasi fosse un sinonimo, al nome di Mogol.

Ha iniziato la sua lunga carriera nei primi anni ’60, collaborando con grandi artisti del periodo come Mina, Bobby Solo, Celentano, Tony Renis, Tenco, per raggiungere i massimi livelli dopo l’incontro con Lucio Battisti con il quale ha dato vita a più di 100 successi. Fino a oggi ha scritto i testi di oltre 2000 canzoni per grandi nomi quali Dalla, Morandi, Vanoni, Mango e tanti altri ancora.

 

Sardinia Rock Band

Un nome significativo per nove giovani musicisti che compongono un’eccellente band, piacevole dorsale musicale in un inedito viaggio nella storia della canzone italiana. Con l’allievo collaboratore del Maestro Mogol,Massimo Satta, alla chitarra elettrica, il sodalizio tutto sardo, capace di cerare emozione pura, comprende Gabriele Pancotto (voce), Federico Valenti (chitarre), Massimo Pancotto e Alessio Sanna (piano, hammond e tastiere), Alessio Povolo (basso), Daniele Russo (batteria). Ci sono anche Francesca Pancotto e Alice Marras ai cori.

L’articolo Una serata all’insegna delle Emozioni: a tu per tu con MOGOL e la Sardinia Rock Band proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Mercoledì 21 agosto, alle 22, nel corso Umberto andrà in scena “L’uomo che sognava gli struzzi”, monologo teatrale di Bepi Vigna con la regia di Giulia D’Agostini, interpretato da Fabrizio Passerotti, audio e luci a cura di Luca Tofanelli.

Come riportato dalla pagina FB del Comune di Tortolì, l’evento orchestrato dalla Nuova Pro Loco Tortolì-Arbatax e dall’associazione culturale I Girasogni ha un fine nobile oltre raccontare una bellissima storia realmente accaduta: il ricavato della serata ad offerta libera andrà a coloro che hanno subito danni a seguito del violento incendio che lo scorso 13 luglio ha colpito il nostro territorio.

Lo spettacolo andrà in scena fronte l’Offelleria Guiso, sarà un viaggio appassionante alla scoperta dell’affascinante vita del Cavaliere Peppino Meloni, un uomo normale con un sogno speciale: allevare gli struzzi a Tortolì. Siamo nei primi anni del ‘900, in un’Ogliastra lontana da tutto, dove la maggior parte delle persone non sapevano nemmeno cosa fosse uno struzzo. In questa poetica cornice, attraverso difficoltà, soddisfazioni e colpi di scena, prenderà il volo il sogno di quel piccolo grande uomo.

Bepi Vigna ha portato, prima tra le pagine del suo libro poi sotto forma di testo teatrale, la vita del Cavalier Meloni, raccontando col suo incredibile talento narrativo le vicende che lo hanno portato a coronare il suo incredibile sogno. La morale dello spettacolo è credere nei propri sogni, anche se pazzi, anche se controcorrente, perché solo sognare ci rende vivi.

 

L’articolo Tortolì, in scena l’”Uomo che sognava gli struzzi”. Serata a offerta libera: il ricavato a chi ha subito danni nell’incendio di luglio proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News

La Redazione

Locanda degli artisti



Seguici su Facebook

Copyright 2019 Locanda degli Artisti| Amll Rights Reserved | codice iun E8205 | Powered by Apioraggio | Condizioni di prenotazione