Dal 26 aprile in Italia graduale ritorno alla normalità. Col decreto Draghi, ripristinata la zona gialla, con le diverse riaperture.

Anche la scuola verso una graduale normalità, forse anche in Sardegna, regione avviata verso la conferma della zona rossa.

Nell’Isola, e tutte le regioni in fascia ad alto rischi, tutti in presenza sino alla terza media. Alle superiori lezioni in presenza dal 50% al 75%. In zona gialla e arancione, invece, in presenza dal 60% sino al 100%.

Si attendono ulteriori conferme.

L’articolo Scuola, anche in Sardegna si torna in classe: 100% alle medie e dal 50 al 75% alle superiori proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Roberto Anedda

Powered by WPeMatico

La tragica morte di Giuseppe Carta, bidello di San Sperate, il cui corpo è stato trovato carbonizzato dai Vigili del fuoco per via di un incendio divampato nella roulotte in cui stava dormendo, sta causando enorme tristezza nel comune del Campidano.

A ricordarlo, in praticolar modo, è il sindaco di San Sperate, Enrico Collu.

«Il rapporto con Giuseppe era un po’ particolare, figlio quasi di questa strana epoca social – racconta il primo cittadino -. I messaggi, che ogni tanto mi inviava su messenger, erano l’unica cosa che ci teneva in qualche modo in contatto. Dalle sfavillanti “gif” di buongiorno, o di auguri, alle critiche per qualche lavoro eseguito, a suo dire, non in modo corretto da parte nostra (Comune) nella scuola in cui lavorava. Poi magari accadeva che se mi incrociava per strada, con la sua bicicletta sempre carica di cose, non mi salutava. Probabilmente nemmeno mi vedeva, o mi riconosceva, sembrava vivere in un mondo tutto suo. Quando invece mi incontrava al lavoro, durante una visita alla scuola o per partecipare a una manifestazione, mi salutava cordialmente. Certo, un rapporto un po’ strano direte. Un bidello che scrive al Sindaco la sua opinione su cose riguardanti le attività comunali può apparire bizzarro, anche inopportuno se vogliamo, però mi sembrava anche un modo per restare in contatto. In fondo dietro questi messaggi c’era semplicemente una persona che a suo modo aveva l’esigenza di comunicare, di farsi sentire per delle cose a cui evidentemente teneva».

«Quando ieri notte il Comandante Murciano mi ha chiamato per aprire la camera mortuaria, e mi ha reso partecipe del tragico modo in cui Giuseppe ci ha lasciato, ho avvertito una profonda tristezza e un senso di angoscia. Credo sia lo stesso per tutto il paese» ha concluso Collu.

L’articolo San Sperate in lutto per la morte di Giuseppe Carta. Il sindaco: “Angoscia e tristezza” proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Mario Marcis

Powered by WPeMatico

Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, e l’amministratore delegato di Terna, Stefano Antonio Donnarumma, hanno avuto oggi un incontro via web per parlare degli sviluppi energetici dell’Isola, analizzando nello specifico i molti progetti che Terna sta portando avanti sul territorio sempre all’insegna della sostenibilità, nel pieno rispetto dell’ambiente.

In particolar modo, il presidente Solinas ha chiesto che si presti particolare attenzione al paesaggio, progettando, ovunque possibile ed opportuno, i nuovi elettrodotti interamente interrati ed avviando, compatibilmente con i piani di sviluppo e la programmazione delle reti, le analisi per le opere di interro di quelli esistenti per la bonifica del panorama sardo dai tralicci.

La Sardegna rappresenta una regione strategica per Terna, che prevede di investire nell’Isola un miliardo di euro nei prossimi cinque anni, con attività che coinvolgeranno oltre 300 imprese e 1.300 tra operai e tecnici nei cantieri e nelle lavorazioni in fabbrica. Fra i temi trattati durante l’incontro, il Tyrrhenian Link, il progetto che unirà la Campania alla Sicilia e quest’ultima alla Sardegna, favorendo lo sviluppo delle fonti rinnovabili e la decarbonizzazione dell’Isola.

L’articolo Energia, da Terna 1 miliardo in Sardegna nei prossimi cinque anni: coinvolte oltre 300 imprese e 1300 lavoratori proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Gianmarco Cossu

Powered by WPeMatico

L’Amministrazione comunale di Tortolì ha diramato un comunicato, per rendere noto che verrà effettuata una nuova campagna di vaccinazione riservata agli over 80, a cui ancora non è stato somministrata la dose del vaccino anti covid.

Si legge nella nota: “Sabato 24 aprile si terrà a Tortolì una nuova campagna di vaccinazione dedicata agli ultra ottantenni (nati sino al 31 dicembre 1941) residenti nel nostro Comune, che non hanno effettuato il vaccino nelle precedenti giornate.

Si invitano coloro che non avessero ancora manifestato la propria adesione, anche attraverso i propri familiari, a prenotarsi attraverso il modulo online al seguente indirizzo https://www.sardegnaprenota.it/raccoltadati/

In alternativa, per chi non ne avesse la possibilità, può utilizzare il modulo di adesione (allegato al presente avviso) e inviarlo alla e-mail  protocollo@comuneditortoli.it, oppure, consegnarlo a mano all’ingresso del Comune (dalle 11 alle 13:30).

È possibile inoltre contattare l’ufficio preposto al numero di telefono 0782 600777, dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 14, il martedì e giovedì anche dalle ore 15 alle ore 18. La scadenza per le prenotazioni è fissata alle ore 12 di venerdì 23 aprile 2021″.

L’articolo Tortolì, nuova campagna di vaccinazione over 80 non ancora immunizzati proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Roberto Anedda

Powered by WPeMatico

Il Consiglio regionale ha approvato oggi il Disegno di Legge 261/A su “Ulteriori interventi a favore delle attività economiche e dei lavoratori a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Soddisfazione è stata espressa dal Presidente del Consiglio regionale Michele Pais per l’approvazione da parte dell’Assemblea.

«Si tratta – ha detto Pais – di un provvedimento a favore delle imprese e di coloro che sono stati colpiti economicamente dalla pandemia. Sostenere il sistema produttivo , soprattutto in questo difficile momento sanitario, è un dovere preciso delle Istituzioni sarde. Di concerto con la Giunta lavoreremo senza sosta per approvare altri provvedimenti a favore di chi è rimasto fuori dalle categorie previste in questo Disegno di Legge».

Il presidente ha sottolineato l’importanza anche dell’approvazione, all’unanimità, dei due ordini del giorno per garantire le risorse per il finanziamento del progetti Lavoras e per ampliare i ristori alle categorie finora non destinatarie di nessun ristoro, come le attività nate successivamente al 2019, operanti nel settore armatoriale, nel commercio delle armi, liberi professionisti, B&B senza partita iva e i collaboratori delle associazioni sportive non beneficiari di alcun ristoro.

«Il Disegno di legge approvato – ha concluso il presidente Pais – consentirà di dare un po’ di sollievo a tante categorie produttive messe in ginocchio da questa pandemia. Ringrazio il presidente della Regione Christian Solinas, la vicepresidente e assessora al lavoro Alessandra Zedda, il Consiglio che ha lavorato per varare questo provvedimento a favore del tessuto economico e del lavoro della nostra isola in tempi brevi».

L’articolo Nuovi aiuti alle imprese colpite dalla pandemia: il Consiglio regionale approva Ddl 261/A proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Mario Marcis

Powered by WPeMatico

La Regione accelera ulteriormente sulla campagna di vaccinazione per cittadini over 80 e l’immunizzazione dei pazienti a elevata fragilità e tutti soggetti che, pur non rientrando nella categoria dei fragili, hanno un’esenzione per patologia.

Dal 22 aprile i cittadini over 80 non ancora vaccinati, per cui non fosse stata possibile la registrazione sul portale regionale dedicato, potranno prenotare la somministrazione del vaccino contattando, entro il 30 aprile, il 1533, da rete fissa, o i numeri 070.276424 e 070.474747, per chi chiama da rete mobile. In alternativa sarà possibile inviare una mail all’indirizzo prenotazionevaccini.over80@atssardegna.it indicando le proprie generalità, recapito telefonico e il comune di domicilio o residenza.

Gli ultraottantenni allettati o che necessitano di somministrazione del vaccino a domicilio, devono rivolgersi al proprio medico di famiglia. Nel caso questi siano anche portatori di disabilità grave saranno vaccinati anche i familiari conviventi e i caregiver.

Le persone con elevata fragilità, di cui fanno parte i soggetti che hanno un’esenzione per patologia fra quelle specificatamente indicate nell’elenco che sarà disponibile a breve sul portale regionale sardegnasalute.it, i disabili gravi e i soggetti estremamente vulnerabili in carico ai centri specialistici (pazienti oncologici sottoposti a terapia, diabetici con danno d’organo e affetti da malattie rare), indipendentemente dal loro anno di nascita, saranno contattati direttamente dall’Ats sempre a partire dal 22 aprile.

Nel caso di persone che hanno subito un trapianto d’organo o di cellule staminali e di soggetti con disabilità grave, è prevista la vaccinazione dei familiari conviventi e dei caregiver.

Un’ulteriore novità riguarda i cittadini che, pur avendo un codice di esenzione per patologia, non rientrano nella categoria ad elevata fragilità. I nati dal 1942 al 1957 riconducibili a questa categoria potranno registrarsi al portale vaccinocovid.sardegnasalute.it a partire dalle 12 del 22 aprile e riceveranno un sms con l’appuntamento per la vaccinazione.

Infine tutti i Cittadini che rientrano nelle categorie non residenti ma domiciliati in Sardegna per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato motivo che imponga una presenza continuativa potranno manifestare la propria adesione alla campagna vaccinale inviando una mail a: prenotazionevaccini.nonresidenti@atssardegna.it indicando nome, cognome, codice fiscale, recapito telefonico, comune di domicilio e autocertificazione (con il modello disponibile a breve sul portale sardegnasalute.it) che attestati i motivi della presenza continuativa sul territorio regionale.

L’articolo Vaccini, nuove indicazioni per over 80 e pazienti fragili: prenotazioni e chiamate dal 22 aprile proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Mario Marcis

Powered by WPeMatico

Novità in vista per gli ogliastrini, che potranno dimenticare le bombole, vedere il gas metano arrivare direttamente fino a casa ( con tutti i benefici e il risparmio connessi) e avere l’allaccio della rete gratis.

Infatti, anche in Ogliastra, Gaxa (principale operatore in Sardegna nella vendita del gas) porterà il metano nelle abitazioni e garantirà l’allaccio gratuito fino ai 50 metri lineari. Su richiesta, potrà anche occuparsi per conto degli utenti della realizzazione dei lavori e delle pratiche amministrative per beneficiare degli incentivi fiscali Superbonus e Ecobonus e avere in questo modo i lavori scontati fino al 100%.

L’offerta è disponibile in 32 comuni della Sardegna e la nostra Ogliastra risulta totalmente coinvolta: Arzana, Bari Sardo, Baunei, Cardedu, Dorgali, Elini, Escalaplano, Gairo, Girasole, Ilbono, Irgoli, Lanusei, Loceri, Loculi, Lotzorai, Marrubiu, Mogoro, Onifai, Orosei, Osini, Perdasdefogu, San Nicolò d’Arcidano, Santa Giusta, Seui, Talana, Tertenia, Tortolì, Triei, Ulassai, Uras, Ussassai, Villagrande Strisaili.

C’è di più. La partnership di Gaxa con Tiscali (Smart Telco con la maggior copertura di fibra a disposizione in Italia) – che non a caso si chiama “C’è più rete in Sardegna” – prevede fino al 30 giugno 2021 che chi sottoscriverà sia l’offerta di Gaxa che quella di Tiscali (servizio Ultrainternet con velocità fino a 200 Mega, attivazione inclusa e modem super Wi-Fi gratuito), riceverà nella seconda fattura di ciascuna società uno sconto di 25€, per un totale di ben 50 euro.

Per maggiori informazioni è consultabile il link all’informativa al seguente indirizzo: https://bit.ly/GaxaTiscali

L’articolo Buone notizie per l’Ogliastra: arriva il gas metano in tutti i comuni proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News La Redazione

Powered by WPeMatico

“L’errata riorganizzazione della rete ospedaliera e il mancato potenziamento del personale hanno fatto precipitare la sanità nuorese in una situazione insostenibile”. Così il consigliere regionale del Partito democratico, Roberto Deriu, e il capogruppo di Leu, Daniele Cocco, primi firmatari di una mozione con la quale chiedono alla giunta Solinas di “aprire un tavolo sull’argomento, affinché si faccia un’analisi seria per evitare di distruggere completamente questo importante pezzo di sanità”.

I consiglieri mettono ancora una volta in evidenza la condizione di criticità dell’ospedale San Francesco di Nuoro, al collasso fin dalle prime manifestazioni della pandemia, con reparti a rischio chiusura a causa dell’assenza di medici e con un elevato rischio per la salute dei pazienti, oltreché un carico di lavoro eccessivo per l’esiguo personale. “Ci si vanta tanto delle operazioni ad alto livello, dell’eccellenza dei nostri specialisti. Pensiamo, ad esempio, alla delicatissima operazione chirurgica eseguita una decina di giorni fa al San Francesco. Un intervento eccezionale che – spiegano – per la prima volta in Sardegna ha consentito la sostituzione di due vertebre, aggredite da un tumore, con una protesi in lega di titanio. Questa è la conferma che a Nuoro ci sono dei medici brillanti, che esistono ancora persone che qualifica la nostra sanità, però la situazione è tale da ridurre al minimo la capacità anche di questi aspetti così qualificanti”. Il motivo? Tutti i medici sono costretti a fare turni nei reparti Covid anche se non specialisti di patologie causate dal virus, abbandonando i loro reparti per contenere i disagi creati dalla mala organizzazione.

“Così si danneggia una cosa fatta bene per farne male un’altra – denuncia gli esponenti del Centrosinistra –. È chiaro che con l’emergenza causata dal Covid si chieda un sacrificio a tutti, ma dopodiché il compito di chi organizza è pianificare le cose utilizzando le risorse nel migliore dei modi, soprattutto le migliori risorse a disposizione. E questo, a Nuoro, non lo si è fatto”. Deriu e Cocco rincarano poi la dose: “Li chiamano geni, eroi, angeli, recordman, però poi vengono trattati in tutt’altro modo. Alcuni di loro hanno resistito alle lusinghe e alla concorrenza sleale del Mater, sono rimasti all’ospedale di Nuoro, ma nonostante tutto non li si tratta come meriterebbero. Così ci perdiamo tutti, pazienti compresi. Se vogliono chiudere l’ospedale San Francesco, presidio sanitario di riferimento per tutti i cittadini di Nuoro e dell’intera provincia, che lo dicano in maniera esplicita. Noi non siamo d’accordo e ci batteremo affinché questo non avvenga”.

Ecco perché “sulla sanità nuorese va fatta urgentemente una profonda revisione, bisogna capire perché ci ritroviamo in questa grave condizione. Riteniamo doveroso aprire un tavolo sull’argomento, fare un’analisi seria. Attraverso questa mozione chiediamo alla Giunta regionale di occuparsene in modo specifico, perché altrimenti si rischia che questa fase porti via ciò che c’è di buono, che aumenti i disservizi e distrugga completamente questo pezzo di sanità. È  inutile che ognuno segua una battaglia particolare, perché tutte sono importanti e vitali. Su questo tema non possono essere posizionate bandierine – concludono Roberto Deriu e Daniele Cocco –, ma è in ballo il futuro della sanità nuorese e il sacrosanto diritto alla salute dei cittadini”.

L’articolo Al San Francesco situazione insostenibile. Deriu (PD) e Cocco (LEU): “La Regione intervenga, si rischia distruzione sanità nuorese” proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News La Redazione

Powered by WPeMatico

Un’immagine che strazia e stringe il cuore: un piccolo di simil maremmano, circa due mesi di vita, resta vicino al cadavere di quella che potrebbe essere sua madre ma se, anche non lo fosse stata, era di sicuro un suo punto di riferimento. Il cucciolo si trovava lì da giorni, come fa prevedere lo stato del cadavere del cane deceduto.

Le foto sono state scattate nella strada provinciale tra Bitti e Osidda e il tam tam online è diventato virale: tantissime le persone che si sono attivate per segnalare il poverino e trovare il modo per aiutarlo.

La mobilitazione è stata imponente: carabinieri e volontari si sono recati sul posto e hanno salvato il cucciolo. Adesso il cagnetto, chiamato Bitto (dal luogo del ritrovamento), è al sicuro dai volontari del gruppo “Orazio del Monte“.

 

 

L’articolo Sardegna. Solo e indifeso, sul ciglio della strada, con a fianco il cadavere della mamma proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Maria Luisa Porcella Ciusa

Powered by WPeMatico

Anche se siamo ben oltre la metà del mese di aprile e in piena primavera, questa domenica l’Ogliastra ha avuto un brusco calo delle temperature.

Il repentino abbassamento della colonnina di mercurio, ha causato nevicate nei paesi più alti e grandinate in alcune zone costiere.

Ecco in questo video, come si presentava la zona di Sarcerei a Gairo.

 

Immagini di altre località imbiancate a Monte Lusei (Seui) e Santa Barbara (Villagrande Strisaili).

Monte Lusei (Seui)

Santa Barbara (Villagrande)

Sarcerei (Gairo)

Sarcerei (Gairo)

 

L’articolo (VIDEO e FOTO) L’insolita primavera in Ogliastra: la neve a Gairo, Seui e Villagrande proviene da ogliastra.vistanet.it.


Fonte: Ogliastra News Roberto Anedda

Powered by WPeMatico

Locanda degli artisti



Seguici su Facebook

Copyright 2019 Locanda degli Artisti| Amll Rights Reserved | codice iun E8205 | Powered by Apioraggio | Condizioni di prenotazione